Gari o Zenzero sottaceto

Se amate lo zenzero uno dei modi più semplici, veloci e appetitosi per gustarlo, è alla giapponese, ovvero sott’aceto, per esaltarne il gusto e la freschezza; a me piace molto anche se mangiato fresco risulta molto forte, ma aiuta la digestione e per questo ho provato a farlo sottaceto il cui gusto rimane sempre fresco in bocca ma il piccante si spegne un pochino (questa è una delle tante versioni che ho trovato).

10845697_10205993635391180_4908238693131820131_o

Basta prendere delle radici di zenzero fresche (si trovano dal fruttivendolo o nei supermercati forniti o, ancora meglio, in quelli etnici.) zucchero, aceto di riso e sale fino e, dopo aver tagliato lo zenzero a fettine sottili, cospargerlo di sale e lasciare a marinare per mezzora.

Nel frattempo mettere sul fuoco dell’acqua con l’aceto di riso e lo zucchero e appena inizia il bollore spegnere e far freddare.

Sterilizzare un barattolo a chiusura ermetica , metteci dentro le fettine di zenzero strizzate (eliminare tutta l’acqua in eccesso) , versateci sopra il composto di acqua, aceto e zucchero e chiudere il barattolo.

Le proporzioni per il sott’aceto prevedono che per una radice di zenzero fresca da 500 grammi si utilizzino 3 cucchiai di zucchero, 160 ml di aceto e 80 ml di acqua; potete sostituire l’aceto di riso con dell’aceto normale e lo zucchero bianco con lo zucchero di canna per un sapore più deciso.